Sanità e GDPR, soluzioni taglia-tempo per l’informativa al paziente

L’assenza di cultura della protezione dati rischia di impattare sull’efficacia delle norme. Provocando una “educazione al no” e ostacolando i percorsi terapeutici. Dalla tv ai totem fino ai video online, servono iniziative in grado di pre-informare gli utenti. Lasciando più spazio alla relazione medico-paziente